9° edizione della marcia della città murata ai confini con le province di Verona e Vicenza
Prossima uscita giovedì 6 dicembre - palazzo Moroni

 

 

gazzo11

 

Il primo maggio rappresenta nella storia di Grantortino il giorno dedicato alla semina del riso. Un chicco grande, lungo, con un "perla" di amido tanto pronunciata da farlo davvero sembrare una perla. Un'evocazione di preziosità che ben si addice a un alimento che vanta origini in qualche modo aristocratiche, se è vero che furono proprio i patrizi veneziani a volerne iniziare la produzione. Un alimento nobile, che il casato De Tacchi del piccolo paese di Grantorto Vicentino (oggi Grantortino) cominciò a coltivare nel 1570 nelle sue "risare" tra i fiumi Tesina e Brenta. Una tradizione ultracentenaria, moderna nella coltivazione ed antica nella lavorazione, che merita di essere conosciuta ed apprezzata anche dai padovani. E la marcia di Gazzo ci porta in questo stupendo territorio tra le risare che producono un prodotto d'eccellenza.

 

gazzo2

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezioneCookie Policy